A Manila, ASEAN e Hong Kong firmano accordi per libero scambio e investimenti

Photo credit © ASEAN

di ASEAN Press Office

Lo scorso 12 novembre, i ministri dell’Economia dei Paesi membri dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) ed il segretario al Commercio e allo Sviluppo Economico della Regione Amministrativa Speciale Cinese di Hong Kong hanno firmato l’Accordo di Libero Scambio ASEAN – Hong Kong (AHKFTA) e l’Accordo per gli Investimenti ASEAN – Hong Kong (AHKIA), a margine del 31° Vertice Generale dell’ASEAN, nella città filippina di Pasay (Regione Metropolitana di Manila). I negoziati per l’AHKFTA e l’AHKIA si sono così conclusi a tre di distanza dal loro avvio nel luglio 2014.

I ministri hanno puntualizzato che l’AHKFTA è il sesto accordo di libero scambio concluso dall’ASEAN con un partner esterno, dopo quelli definiti con Cina (Terraferma), Corea del Sud, Giappone, India e congiuntamente con Australia e Nuova Zelanda. Questo accordo si compone di quattordici paragrafi che riguardano gli ampi temi della liberalizzazione dell’accesso al mercato, della facilitazione commerciale, delle regole per promuovere la fiducia nel commercio e della cooperazione allo scopo di facilitare il commercio di beni e servizi nella regione. L’AHKIA completa l’AHKFTA, regolando la protezione, la promozione e la facilitazione degli investimenti.

Il Paragrafo sulla Cooperazione Economica e Tecnica (ECOTECH) incluso nell’AHKFTA sarà attuato attraverso un Programma di Lavoro ECOTECH. I ministri dell’Economia dei Paesi ASEAN hanno espresso il loro apprezzamento nei confronti della regione cinese di Hong Kong per l’impegno profuso al fine di contribuire alla somma totale di 25 milioni di dollari hongkonghesi (pari a circa 3,2 milioni di dollari statunitensi) nei cinque anni di adozione del Programma di Lavoro ECOTECH prima dell’entrata in vigore dell’AHKFTA.

I ministri hanno osservato inoltre le crescenti relazioni economiche tra l’ASEAN e la regione cinese di Hong Kong. Secondo le statistiche dell’ASEAN, lo scambio di merci tra i due territori nel 2016 ha raggiunto un volume complessivo pari a 93,3 miliardi di dollari (statunitensi), segnando un incremento dell’1,3% rispetto ai 92,1 miliardi del 2015. Il flusso totale di investimenti diretti esteri (IDE) dalla regione cinese di Hong Kong ai Paesi ASEAN ha toccato quota 9,9 miliardi di dollari, in aumento del 141% rispetto ai 4,1 miliardi del 2015.

I ministri hanno sottolineato il ruolo fondamentale dell’AHKFTA e dell’AHKIA nel rafforzamento delle relazioni economiche tra l’ASEAN, quale mercato integrato, e la regione cinese di Hong Kong, quale uno fra i maggiori centri al mondo in tema di commercio e investimenti. Contribuendo ad una più ampia liberalizzazione e ad una più profonda integrazione, l’AHKFTA e l’AHKIA dovrebbero creare maggiori opportunità nel commercio e negli investimenti, e stimolare lo sviluppo economico nella regione.

I ministri hanno annunciato il loro impegno per espletare le procedure interne in tempo per la prevista entrata in vigore dei due Accordi il prossimo primo gennaio 2019.


Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui



© Riproduzione riservata



Articolo precedente

CNA ad Expo Pakistan. Franceschini: Opportunità per meccanica, arredo, moda, gioielleria e agroalimentare

Articolo successivo

Dubai. Inaugurata la 7a edizione di Italian Luxury Interiors all'interno della fiera emiratina Downtown Design

ut ipsum ultricies Praesent felis at facilisis justo felis