Agroalimentare. Newlat, sostegno da CDP e SACE per emissione obbligazionaria



A cura della Redazione


REGGIO EMILIA – Cassa Depositi e Prestiti, in sinergia con SACE, sosterrà i piani di crescita e sviluppo in Italia e sui mercati internazionali del Gruppo Newlat sottoscrivendo in qualità di anchor investor, e beneficiando pro-quota di una garanzia SACE, 60 milioni di euro del prestito obbligazionario emesso da Newlat Food S.p.A. sul Mercato Telematico delle Obbligazioni (MOT) e sull’Irish Stock Exchange.

A comunicarlo è la stessa agenzia italiana di credito all’esportazione, aggiungendo che l’emissione obbligazionaria, destinata ad investitori istituzionali e retail, è di un ammontare complessivo pari a 200 milioni di euro con durata 6 anni.

Nata nel 2004, Newlat è cresciuta negli anni «grazie al perfezionamento di importanti acquisizioni strategiche e ad oggi è un player primario nel settore agroalimentare italiano ed europeo», fanno sapere da SACE. Il Gruppo opera attraverso 15 stabilimenti produttivi in Italia e in Europa, impiegando circa 1.500 dipendenti.

Secondo quanto indicato, le risorse messe a disposizione da CDP saranno destinate a supportare Newlat nel proseguimento della propria strategia di crescita per linee esterne, rivolta all’acquisizione di potenziali target nel settore food&beverage, al fine di sostenere l’espansione all’estero del gruppo ed il consolidamento della sua posizione di leadership sul mercato.

Paolo Calcagnini, vicedirettore generale e CBO di CDP dichiara: «Grazie alla sottoscrizione di un’importante quota dell’emissione obbligazionaria, Cassa Depositi e Prestiti sostiene le strategie di crescita del Gruppo Newlat in Italia e all’estero, favorendone il consolidamento e la crescita sui mercati di riferimento. L’operazione conferma, ancora di più in questa fase complessa, l’importante ruolo di CDP a supporto dei principali gruppi italiani che operano a livello globale e che sostengono importanti investimenti per continuare a innovare, crescere e internazionalizzare».

Angelo Mastrolia, presidente esecutivo di Newlat Food afferma: «Il lancio del nostro primo prestito obbligazionario ha avuto sul mercato un enorme successo, raggiungendo in pochi minuti la soglia massima d’offerta grazie and un ampio e diversificato parterre di investitori istituzionali. In questo favorevole contesto, l’attenzione e il supporto di CDP hanno per Newlat Food una particolare valenza strategica e non solo finanziaria. La credibilità che il nostro gruppo ha mostrato nei confronti di un interlocutore attento ed esigente come CDP è da un lato motivo di grande orgoglio, dall’altro ci rende ancora più focalizzati e responsabilizzati alla creazione di valore per tutti i nostri stakeholders».

Simonetta Acri, Chief Mid-Market Officer di SACE sottolinea: «Siamo orgogliosi di avere contribuito con la nostra garanzia al successo della prima emissione di un player del calibro di Newlat: un’importante operazione al fianco di una grande realtà, espressione di un comparto simbolo del Made in Italy, con forti radici nel territorio e una vasta proiezione internazionale, strategica per la crescita e la competitività del nostro tessuto imprenditoriale».



Articolo precedente

Corea del Sud. Oltre il 60% dei giovani ritiene necessaria l'unificazione col Nord

Articolo successivo

PwC: Acquisti digitali ai massimi nel 2020, nuove opportunità per l'export dopo la pandemia

ultricies porta. consectetur quis nec mattis id, facilisis at Aliquam