Alimentare. Banca Ifis, alla sarda Simec primo finanziamento con Garanzia SupportItalia SACE



A cura della Redazione


Banca Ifis ha erogato il primo finanziamento supportato dalla Garanzia SupportItalia di SACE, il nuovo strumento straordinario previsto dal Decreto Aiuti per sostenere i finanziamenti rilasciati dal sistema bancario alle imprese italiane che abbiano subito ripercussioni economiche negative a seguito della crisi russo-ucraina e del caro-energia.

L’operazione – da 2,5 milioni di euro – è stata realizzata dalla Banca in favore di Simec Spa, un’importante realtà sarda operante nel settore della lavorazione e commercializzazione di granaglie, che contribuirà a sostenere la filiera produttiva del grano duro locale, fanno sapere da SACE.

Con la nuova Garanzia SupportItalia, nell’ambito del Temporary Crisis Framework varato dalla Commissione Europea e valido fino al 31 dicembre 2022, Banca Ifis renderà da subito disponibili nuovi finanziamenti a medio-lungo termine per supportare le imprese colpite dal forte aumento dei costi delle materie prime, dell’energia e della logistica, sia per esigenze di liquidità, per sostenere il capitale circolante, pagare i costi del personale, i canoni di locazione o di affitto di ramo d’azienda, sia per finalità di investimento.

«Grazie a questa nuova importante misura messa a disposizione da SACE, la nostra Banca avrà a disposizione un ulteriore strumento per continuare a supportare le aziende italiane che stanno affrontando un contesto di grande complessità», ha commentato Frederik Geertman, AD di Banca Ifis, che ha aggiunto: «Con la nostra adesione a SupportItalia, confermiamo il nostro impegno e la nostra vicinanza alle imprenditrici e agli imprenditori italiani, sostenendo l’economia reale del Paese e creando valore per il territorio».

Con Garanzia SupportItalia, SACE conferma il suo ruolo «a supporto delle aziende italiane, oggi più che mai alle prese con un contesto economico particolarmente complesso», secondo Alessandra Ricci, AD dell’Export Credit Agency italiana, che ha proseguito: «Fare squadra con Banca Ifis rappresenta un importante tassello per adempiere al meglio alla nostra missione e dare un sostegno concreto alla liquidità delle imprese».

L’adesione a SupportItalia si aggiunge alle altre soluzioni offerte dalla Banca per supportare il tessuto produttivo italiano, sia con il sostegno al capitale circolante tramite il factoring e i prodotti dedicati alle attività di import/export, sia sul fronte degli investimenti, con i prodotti di finanziamento, leasing e noleggio.



Articolo precedente

Nagorno-Karabakh. Torna la tensione, Baku accusa: Attaccati da truppe armene, ora ritiro completo

Articolo successivo

Vietnam. IP e EZ: attratti $100mld di investimenti in 30 anni, ora focus su sostenibilità