Angola. Gli imprenditori contano sugli incentivi fiscali per combattere le asimmetrie regionali

Photo credit © Fabio Vanin


di ANGOP

MALANJE – Martedì scorso, il presidente dell’Associazione Industriale Angolana (AIA), José Severino, ha difeso i maggiori incentivi fiscali in favore degli imprenditori che operano nelle province non costiere, per espandere gli investimenti agro-industriali in quelle zone e combattere le asimmetrie regionali.
Parlando a margine del Primo Consiglio Consultivo del Ministero dell’Industria, José Severino ha affermato che è fondamentale invertire la tendenza odierna in base alla quale gran parte degli investimenti nel settore industriale si collocano nelle province costiere di Luanda e Benguela.
Da un punto di vista economico, questo trend è contrario al processo di industrializzazione in corso nel Paese e, di conseguenza, al contributo che questo fornisce al rafforzamento del sistema Paese. Il presidente dell’AIA ha sottolineato che esistono grandi potenzialità nelle regioni prese in esame ma c’è ancora bisogno di maggior coordinamento tra il governo e il settore privato al fine di superare le difficoltà che gli investitori devono affrontare in queste aree del Paese per avviare i loro progetti.


Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui



© Riproduzione riservata



Articolo precedente

Messico. Solidarietà dall'Argentina nella disputa con gli USA

Articolo successivo

Umbria. La Regione si affida a Vittorio Sgarbi per rilanciare il turismo, colpito dal sisma

Aenean diam Nullam sit ultricies luctus ut Phasellus nunc odio Praesent