Azerbaigian. Il Gruppo di Visegrád spinge per il nuovo accordo con l’UE

di Kamila Aliyeva
[AzerNews]

I ministri degli Esteri dei Paesi del Gruppo di Visegrád hanno esortato il compimento di ulteriori passi in avanti nei negoziati in corso con l’Azerbaigian per la conclusione di un nuovo accordo quadro con l’Unione Europea, stando ad un comunicato congiunto dei ministri di quegli stessi Paesi e di quelli del Partenariato Orientale, diramato in seguito al vertice del 12 aprile scorso a Varsavia, in Polonia.

I ministri hanno riaffermato il loro solido supporto al Partenariato Orientale quale dimensione strategica della Politica Europea di Vicinato (ENP) e fattore-chiave attivo di stabilizzazione e progresso economico in Europa Orientale. Hanno inoltre richiesto alle istituzioni europee passi adeguati per riportare il Partenariato Orientale in cima all’agenda dell’Unione in base alla Global Strategy Europea e alla Revisione dell’ENP, secondo quanto recita il comunicato congiunto. I ministri hanno riconosciuto l’auspicio dell’Azerbaigian a proseguire nel dialogo per la liberalizzazione dei visti e si attendono passi in avanti in questa direzione, in base a quando affermato.

Il Gruppo di Visegrád, noto anche col nome di Quattro di Visegrád, o V4, è un’alleanza culturale e politica tra quattro Paesi dell’Europa Centrale – Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia – finalizzata all’avanzamento della loro integrazione europea, ma anche al rafforzamento della reciproca cooperazione in ambito militare, economico ed energetico.

Il primo vertice dedicato ad un nuovo accordo tra l’Unione Europea e l’Azerbaigian si è tenuto a Bruxelles il 7 febbraio scorso. Il prossimo tavolo di negoziati sul nuovo accordo per la partnership strategica tra Azerbaigian e Unione Europea si terrà invece a Baku il prossimo 25 aprile. Il nuovo accordo dovrebbe sostituire quello del 1996 e tenere maggiormente in considerazione gli obiettivi condivisi e le sfide che l’UE e l’Azerbaigian devono affrontare oggi.

L’accordo seguirà i principi promossi dalla Revisione della Politica Europea di Vicinato attuata nel 2015 ed offrirà una piattaforma rinnovata per il dialogo politico e la cooperazione dal mutuo vantaggio tra l’UE e l’Azerbaigian. Prevede inoltre l’adeguamento della legislazione e delle procedure dell’Azerbaigian alle principali norme e ai principali standard commerciali internazionali dell’Unione, in modo da facilitare l’accesso dei prodotti azeri ai mercati europei.


Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui



© Riproduzione riservata



Articolo precedente

SACE e Deutsche Bank supportano l'espansione in Messico della brianzola Fimer

Articolo successivo

Wang Yi: Cina e Russia insieme al lavoro sull'iniziativa One Belt, One Road

quis, commodo dolor. neque. id, id ut eleifend mattis odio Phasellus Aliquam