Brasile. L’8 giugno al via le esposizioni design del Projeto Raiz a Roma

In questo mese di giugno, il Projeto Raiz (Raiz Project) darà inizio ad una serie di esposizioni itineranti di mobili di design all’interno delle Ambasciate del Brasile in Europa. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di posizionare e rafforzare all’estero le relazioni commerciali dei designer brasiliani, dando risalto a qualità, creatività e innovazione.

La prima mostra sarà a Roma, dall’8 al 30 giugno 2017. Riunirà 17 studi di design: Noemi Saga, Sergio Fahrer e Jack Fahrer, NDT Design, Aristeu Pires, Paulo Alves, estudiobola, Ronald Sasson, ITENS por Ana Neute, Jader Almeida, Leo Romano, Guto Indio da Costa, Marta Manente, Alessandra Delgado, Plataforma 4, Carol Gay, Cristiano Valle e Gustavo Martini.

Per inaugurare l’esposizione sarà realizzato un seminario che traccerà il panorama del design brasiliano in tutto il mondo, con la partecipazione di Gilda Bojardi, direttore della rivista Interni Magazine ed esperto del settore, oltre ai designer Camila Fix, di Panorama 4, e Gustavo Martini, membri del Projeto Raiz. Le prossime tappe della mostra saranno Parigi, nel mese di settembre del 2017, e Stoccolma, a febbraio del 2018.

Il Projeto Raiz è un’iniziativa di Sindmóveis (Sindacato delle Industrie di Mobili di Bento Gonçalves) e di Apex-Brasil (Agenzia Brasiliana di Promozione delle Esportazioni e degli Investimenti), istituzioni che mirano a favorire la partecipazione e il rafforzamento dei designer di mobili del paese all’estero, tramite azioni strategiche personalizzate. L’investimento nel 2017 è di U$ 500.000,00. La mostra itinerante Raiz ha il sostegno del Ministero degli Affari Esteri del Brasile.


Il Projeto Raiz

La cultura brasiliana ha riconoscimento internazionale e i mobili d’autore del Brasile lasciano sempre la loro impronta nei principali circuiti di design del mondo. Questa è la percezione di Sindmóveis Bento Gonçalves e di Apex-Brasil che, attraverso il Projeto Raiz (Raiz Project), stimola lo sviluppo di affari per gli studi di designer con maturità per operare nel mercato internazionale e con interessi nei mercati del Nord America e dell’Europa.

Partendo da azioni mirate a conquistare il mercato internazionale, il Projeto Raiz (Raiz Project) intensifica le strategie di posizionamento del settore nei mercati esteri, aumenta l’utilizzo di contatti e rapporti di intelligenza commerciale per i designer, promuove una maggiore condivisione di informazioni ed esperienze tra le aziende, guida l’avanzamento della promozione e l’ingresso dei designer di mobili nei mercati prioritari con il sostegno necessario e a partire dalla suddivisione del gruppo, a seconda dei singoli livelli di internazionalizzazione.

Il Projeto Raiz (Raiz Project) è stato creato nel 2012 come un braccio del Progetto Orchestra Brasile (esistente dal 2006), che è una partnership tra Sindmóveis e Apex-Brasil incentrata sull’internazionalizzazione della filiera dell’industria di mobili brasiliana. Nel 2012 è stato inserito il segmento di design, che nel 2014 è stato nominato Projeto Raiz (Raiz Project), a seguito del Design Challenge, un’iniziativa sviluppata nel corso dell’ultimo anno con gli studi, il cui obiettivo era di generare esperienza nella progettazione di prodotti dal punto di vista di una squadra nordamericana. Il nuovo marchio esprime la somma di culture che alimenta la creatività nazionale.

Dal 1988 Sindmóveis Bento Gonçalves investe e scommette sul design come vantaggio competitivo per il settore di mobili brasiliano, con la creazione del Premio Salão Design. In seguito, nel 2007, ha creato la Casa Brasil, fiera di complemento d’arredo di alta gamma che, dal 2016, viene realizzata a San Paolo, in Brasile, con il nuovo nome: High Design – Home &Office Expo.


Mostra Projeto Raiz – Roma
Data: 8-30 giugno 2017 (8/6 inaugurazione su invito, dal 9 al 30/6 apertura al pubblico)
Luogo: Ambasciata del Brasile a Roma – Galleria Cortona
Piazza Navona, 14
00186 – Roma (RM)



Articolo precedente

IMD. Pubblicata nuova classifica mondiale della competitività: Italia perde 9 posizioni in un anno

Articolo successivo

Voci dall'altra Italia. Come sta la nostra provincia? In arrivo la nostra nuova rubrica estiva

id dolor consectetur risus ipsum vel, ipsum amet, felis Lorem libero