Cina. Approvato il piano tecnico per un nuovo treno AV maglev da 600 km/h: da Pechino a Shanghai in due ore?

di People’s Daily

Il 25 gennaio scorso, la Cina ha approvato un piano tecnico per la realizzazione di un nuovo treno alta velocità a levitazione magnetica [maglev, ndt], secondo quanto comunicato da CRRC Qingdao Sinfang Co., Ltd., ovvero l’azienda promotrice del progetto di ricerca. Il piano è stato analizzato da 19 tra accademici ed esperti. Dopo interrogazioni e discussioni, il team di revisione lo ha ratificato, approvandolo all’unanimità.

Il progetto costituisce uno dei 18 piani nazionali strategici di ricerca e sviluppo fissati dal Ministero della Scienza e della Tecnologia nel 2016. Come nuova tecnologia d’avanguardia, il trasporto ferroviario ad alta velocità maglev ha attirato grandissima attenzione. Il treno superconduttore a levitazione magnetica giapponese ha raggiunto un picco di 603 km/h in fase di test, mentre un analogo convoglio progettato in Germania può toccare una velocità massima di 505 km/h. La velocità operativa dei treni maglev attualmente in uso a Shanghai – che utilizzano tecnologia tedesca – è pari a 430 km/h.

Un sistema a levitazione magnetica pensato per una velocità massima di 600 km/h e la sua realizzazione ingegneristica rappresentano un’era completamente nuova per la Cina. Gli esperti ritengono che un meccanismo del genere sia il perfetto completamento del trasporto ad alta velocità, che attualmente raggiunge in Cina i 350 km/h; l’aviazione civile vola tra gli 800 e i 1.000 km/h. Stando al piano, il primo treno ad alta velocità maglev Made in China uscirà dalla linea di produzione nel 2020 per compiere un test su un percorso di 5 chilometri.


Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui



© Riproduzione riservata

Articolo precedente

Singapore. Focus sulle opportunità di business nella città-Stato asiatica: appuntamento il 14 febbraio a Milano

Articolo successivo

Moda. AltaRoma2018: tra giovani talenti e messaggi sociali, la fashion-week capitolina cerca il rilancio definitivo

nec tempus ipsum Phasellus nunc leo. vel, velit, eleifend libero ante.