Cina e Gran Bretagna unite nella promozione del libero commercio globale

di Xinhua

BONN – La Cina e la Gran Bretagna sono concordi nella salvaguardia dei meccanismi del libero commercio globale e nella promozione del libero commercio, secondo quanto emerso giovedì scorso dall’incontro tra i ministri degli Esteri dei due Paesi.
Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi si è confrontato con il suo omologo britannico Boris Johnson a margine del vertice ministeriale dedicato del G20, che si è svolto nella città tedesca di Bonn.
Wang ha detto che il presidente cinese Xi Jinping ha avuto il suo primo incontro con la premier britannica Theresa May lo scorso anno, in occasione del vertice generale del G20 di Hangzhou, durante il quale i due leader hanno riaffermato l'”Epoca d’Oro” dei rapporti bilaterali tra Pechino e Londra.
Mentre il 2017 segna il 45° anniversario dello stabilimento delle relazioni diplomatiche sino-britanniche a livello ambasciatoriale, la Cina è intenzionata a lavorare con la Gran Bretagna per rivedere l’esperienza del passato e programmare i piani futuri, ha detto Wang.
Attraverso stretti scambi ad alto livello, entrambe le nazioni cercano di indicare la direzione generale dell'”Epoca d’Oro” e di arricchirne i contenuti, in modo da innalzare la «partnership globale strategica per il XXI secolo» tra i due Paesi ad un livello superiore, secondo quanto affermato dal ministro cinese.
Wang ha detto che la Cina e la Gran Bretagna rispetteranno reciprocamente gli interessi fondamentali e i più importanti affari l’uno dell’altro e promuoveranno una cooperazione di primo piano, che include i progetti per la centrale nucleare di Hinkley Point. I due Paesi uniranno inoltre gli sforzi per preservare il libero commercio globale e costruire un’economia mondiale aperta, ha sostenuto Wang.
Johnson ha affermato che la Cina e la Gran Bretagna hanno molti interessi in comune, dovrebbero salvaguardare la buona fase delle relazioni bilaterali ed espandere la cooperazione bilaterale in maniera innovativa. Ha poi detto che Londra rafforzerà la cooperazione strategica con la Cina negli affari internazionali, sosterrà il libero commercio bilaterale e globale e contribuirà a rendere il pianeta più stabile e prospero. Johnson ha anche ribadito che la Gran Bretagna aderirà alla politica di “una sola Cina” e sosterrà il principio “un Paese, due sistemi” a Hong Kong.


Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui




Articolo precedente

CNA. Incontro con diplomatici e imprese della Bielorussia per rafforzare i partenariati

Articolo successivo

PD. La scissione aiuterà il riformismo a riemergere?

leo venenatis tristique ut amet, ante. ipsum quis nunc