Cina. Incontro in Confindustria a Perugia: nella ‘Nuova Era’ aumentano le opportunità e diminuiscono i rischi


Come annunciato nei giorni scorsi, si è svolta stamattina nel capoluogo umbro la country presentation dedicata alla Cina, organizzata da Umbria Export, Agenzia per l’internazionalizzazione di Confindustria Umbria, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, ICE-Agenzia e SACE SIMEST. Presente, fra i vari ospiti, anche il Ministro Consigliere Economico Li Bin, in rappresentanza dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia.


A cura della Redazione


In videocollegamento Amedeo Scarpa (sx) e Roberto Cafiero (dx)
PERUGIA – Tante opportunità e rischi piuttosto bassi: è questo il messaggio che arriva, a proposito della Cina, dalla città di Pinturicchio e Luisa Spagnoli, dove Umbria Export, emanazione della Confindustria locale, ha riunito ospiti di altissimo livello per presentare il nuovo volto del colosso asiatico. Come ormai molti sanno, infatti, il Paese di mezzo ha intrapreso un percorso di riforma e innovazione che ne sta trasformando il modello di sviluppo.

L’immagine di un PIL in crescita forsennata, costantemente a doppia cifra, trainato da un massiccio export di beni a basso valore aggiunto, prodotti da una sterminata massa di forza-lavoro poco qualificata, appartiene ormai al passato. Al suo posto, oggi, c’è un mercato complesso, innovativo e dinamico, spinto dai consumi interni, orientato alla sostenibilità e notevolmente terziarizzato, già protagonista nell’ambito dell’economia digitale e della Quarta Rivoluzione Industriale in genere.

La complessità dell’economia globale dei nostri tempi e le abitudini, in rapido mutamento, del consumatore cinese medio, impongono alle imprese – non solo quelle piccole e medie – di prepararsi con strategie e business plan adeguati prima di approcciarsi ad un mercato così multiforme e sfaccettato.

(Da sinistra a destra) Li Bin, Enzo Faloci, Pietro Goglia e Saverio Amoroso
A moderare e guidare il dibattito è stato Enzo Faloci, direttore di Umbria Export, che ha invitato le imprese a cogliere le opportunità presenti nel mercato cinese [come già fatto da alcune realtà locali più internazionalizzate, ndr] senza farsi impressionare dalle enormi differenze dimensionali tra l’immensa nazione asiatica ed una regione che, pur contando poco più di 850.000 abitanti, può vantare tradizioni produttive di qualità in diversi settori, dalla meccanica al tessile, dalle costruzioni all’agroalimentare, dall’aerospazio al biomedicale ed altro ancora. I saluti di rito e gli auspici per una sempre più intensa collaborazione fra la regione cuore verde d’Italia e la Cina, sono giunti da Elio Schettino, direttore di Confindustria Umbria, che ha sottolineato la necessità di abbandonare il pessimismo causato dalla crisi degli ultimi anni, e da Pietro Buzzi, direttore Area Imprese Umbria di Intesa Sanpaolo, che ha ricordato l’importanza di fare gruppo tra i diversi soggetti coinvolti nel processo di internazionalizzazione.


GLI INTERVENTI

Li Bin, Ministro Consigliere Economico dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia
La Cina nello scenario mondiale. Quali opportunità per l’Italia?

Amedeo Scarpa, Direttore Rete Uffici ICE-Agenzia Cina [in videocollegamento dal campus Alibaba di Hangzhou/Zhejiang] Cina: istruzioni per l’uso. Il più grande e-market al mondo

Roberto Cafiero, Vicedirettore Ufficio ICE Pechino [in videocollegamento dagli Uffici ICE di Pechino] Focus settoriali ed operativi sui settori di primario interesse delle aziende partecipanti

Pietro Goglia, Ufficio Servizi alle Imprese ICE-Agenzia
Partner delle aziende italiane del mondo

Massimiliano Toti, Sviluppo Internazionale Imprese – Intesa Sanpaolo
Rete Estera e supporto alla internazionalizzazione delle imprese

Loris Marinaccio, Specialista Global Transaction Banking – Intesa Sanpaolo
Servizi bancari per lo sviluppo dell’export

Elio De Tullio, European IPR Helpdesk – China IPR SME Helpdesk Specialist
La tutela della proprietà intellettuale in Cina: cosa è cambiato in questi anni e quale aiuto può dare il China IPR Desk

Saverio Amoroso, Responsabile Umbria-Marche SACE SIMEST
Gli strumenti operativi del Gruppo SACE SIMEST per la Cina

Andrea Meucci, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Perugia
Cina, un mercato ancora da scoprire: analisi dei dati di mercato e impostazione del business

Luigi Rossetti, Direttore Attività Produttive, Lavoro, Formazione e Istruzione – Regione Umbria
Esperienze e programmi della Regione Umbria in Cina


Ha chiuso la mattinata, con la propria testimonianza aziendale, Livio Rotini, Export Manager Asia del Gruppo Farchioni Spa.




© Riproduzione vietata



Articolo precedente

Azerbaigian. Si celebra oggi la Giornata dell'Indipendenza a 27 anni dall'adozione della legge costituzionale

Articolo successivo

Si chiude la 2a IABW. Franceschini (CNA): Africa in grande crescita, diaspora sarà forse interessata a rientrare

tristique Curabitur velit, neque. et, odio