Credenziali

Il numero autunnale del 2014, quando la rivista fa il suo debutto, si concentra sulla Cina e supera le più rosee aspettative. Viene distribuito durante il 10° Summit Generale dell’ASEM (Asia-Europe Meeting) a Milano del 16-17 ottobre 2014, ed il 3° Forum Eurasiatico di Verona del 23-24 ottobre 2014. Sulla nuova Via della Seta – questo il titolo – si presenta ai lettori con tre interviste di rilievo: a Bian Jidong, presidente di Bank of China Milano, a S.E. Li Ruiyu, Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, e a Cesare Romiti, ex presidente della FIAT e presidente della Fondazione Italia-Cina. La monografia riscuote un gran successo e attira l’interesse di molti rappresentanti istituzionali, fino ad essere acquisita dalla delegazione governativa cinese, guidata dal primo ministro Li Keqiang, in visita ufficiale in Italia proprio in quei giorni.

Il secondo numero (gen-mar 2015) – Dove la Luna viene a giocare – viene pubblicato nell’aprile 2015, focalizzandosi sul Brasile. È realizzato in collaborazione con l’Ambasciata brasiliana di Roma ed include articoli di vari manager, accademici e funzionari ministeriali brasiliani, quali Vera Cíntia Álvarez (Interscambio e Coordinamento Sportivo presso il Ministero degli Esteri), Vinicius Estrela (Apex-Brasil), Antonio Jorge Ramalho da Rocha (Istituto Pandiá Calógeras) e Paulo Gastão Silva (Embraer SA), oltre all’On. Fabio Porta e al presidente di ICE-Agenzia Riccardo Maria Monti, che partecipano alla pubblicazione con due articoli, rispettivamente dedicati all’emigrazione italiana in Brasile e al ruolo delle aziende italiane nel mercato brasiliano.

Dopo la pausa estiva, la redazione presenta il suo terzo numero (ago-ott 2015) sotto forma di speciale, pubblicando una retrospettiva di 68 pagine interamente dedicata ad Expo Milano 2015, intitolata appunto Expo, i sei mesi d’oro di Milano e realizzata sulla base dei nostri reportage nel capoluogo lombardo e delle nostre interviste con i comitati organizzatori di diversi padiglioni, tra cui una a Barran Fang, direttore generale del padiglione del colosso immobiliare cinese Vanke. Per l’occasione realizziamo una vera e propria top-ten di quelli che, secondo le nostre valutazioni, sono i dieci padiglioni più belli dell’evento: Angola, Bielorussia, Brasile, Cina, Ecuador, Ungheria, Kazakhstan, Corea del Sud, Turkmenistan e la stessa Vanke.

Nel corso del 2015, Scenari Internazionali viene accreditata non solo all’Expo di Milano, ricevendo inviti ufficiali e non da diversi padiglioni stranieri, ma anche al 4° Forum Eurasiatico di Verona del 22-23 ottobre. I riconoscimenti individuali conseguiti da alcuni dei nostri redattori e collaboratori durante l’anno, come premi e apprezzamenti in Italia, Cina, Brasile, Argentina, Kazakhstan, Angola e così via, evidenziano l’apertura a 360 gradi della nostra visione professionale.

Il numero successivo – Dall’altra parte del mondo – viene invece pubblicato alla fine di febbraio 2016, concentrandosi sul Sud-est asiatico. La monografia contiene singoli approfondimenti sui principali Paesi della regione con articoli su Malesia, Singapore, Laos, Cambogia, Thailandia, Indonesia e così via, tra cui anche due articoli provenienti dall’Ambasciata vietnamita di Roma ed un altro realizzato in concerto tra il Consolato Generale del Myanmar a Torino e la Camera di Commercio Italia-Myanmar, guidata dall’On. Piero Fassino. Ospita inoltre due interviste: una all’Ambasciatore indonesiano S.E. August Parengkuan e l’altra a Romeo Orlandi, vicepresidente della Fondazione Italia-ASEAN, presieduta dall’ex presidente del Consiglio Enrico Letta. Il numero viene ufficialmente presentato in occasione di una conferenza a Perugia alla presenza dell’Ambasciatore indonesiano S.E. August Parengkuan e del Consigliere Economico dell’Ambasciata vietnamita Bui Vuong Anh.

Nel giugno 2016, va in stampa la quinta monografia di Scenari Internazionali: Una nuova Cina a misura di secolo, come approfondimento del nuovo percorso di riforma intrapreso dal Paese asiatico, anche alla luce del 13° piano quinquennale cinese, interamente tradotto in italiano all’interno della prima metà del numero. Oltre ai nostri approfondimenti sulla situazione economica e finanziaria cinese, la seconda parte comprende il contributo esterno del vicepresidente dell’Accademia di Scienze Sociali della Repubblica Popolare Cinese, Cai Fang, e due interviste: una all’Ambasciatore cinese, S.E. Li Ruiyu, e l’altra all’ex presidente del Consiglio Romano Prodi.

All’inizio di ottobre 2016, viene pubblicato il sesto numero di Scenari Internazionali, intitolato L’occhio del Corno d’Africa e dedicato allo sviluppo socio-economico dell’Eritrea e ai temi salienti della regione del Corno d’Africa. Il lavoro prende spunto dal piano di investimenti da 200 milioni di euro che l’Unione Europea ha poco tempo prima approvato in loco, per cercare di conoscere meglio il Paese africano, stante la sua delicata e complessa situazione. Tra i vari approfondimenti, si segnalano un lungo contributo di Abraham Kidane, consigliere economico presso il Ministero per lo Sviluppo dello Stato dell’Eritrea, ed un’intervista all’Ambasciatore eritreo in Italia S.E. Fessahazion Pietros.

Nel gennaio 2017 esce La Penisola del Tesoro, settima pubblicazione cartacea di Scenari Internazionali, interamente dedicata all’Italia e alla sua proiezione sui mercati esteri. Attraverso un’analisi della collocazione raggiunta fin qui dal nostro Paese nelle diverse regioni del mondo, il numero mette in evidenza le eccellenze e i punti deboli, le potenzialità e i limiti, le intuizioni e i ritardi del sistema Italia fuori dai confini UE, non senza dedicare una riflessione, di natura più strettamente politica, alla situazione interna e alla necessità di riformare il Paese per renderlo più competitivo, sicuro ed autorevole in Europa. Tra gli immancabili contributi esterni, il numero include un articolo di Fabio Lunati (Nomisma) sullo stato dell’export agroalimentare in Russia e le interviste a Beniamino Quintieri, presidente di SACE Spa (Gruppo CDP), e ad Antonio Franceschini, responsabile internazionalizzazione di CNA.

All’inizio di maggio 2017 esce Tra mano invisibile e mano visibile, ottavo numero di Scenari Internazionali. Stavolta si tratta di un numero tematico, focalizzato su pregi e difetti, successi e insuccessi delle diverse forme di economia sociale di mercato presenti nel mondo, a partire dal modello storico della Germania, inseguito anche dall’Unione Europea, per poi passare ad altri casi di studio in Asia, Africa e America Latina: Cina, Indonesia, Singapore, Vietnam, Angola, Mozambico, Brasile, Ecuador, Venezuela e Cuba. Ad impreziosire la pubblicazione si evidenziano i contributi esterni dell’Ufficio Economico-Commerciale dell’Ambasciata della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia e di Januário Talane, presidente della Federazione delle Associazioni Angolane in Italia.

Durante l’estate 2017, la Redazione ferma le pubblicazioni cartacee per motivi di riorganizzazione interna, cercando al contempo di potenziare l’offerta on-line. Il sito web della rivista si fa così carico di proporre tutti quei contenuti di livello prima destinati prevalentemente al cartaceo, ospitando approfondimenti di alto profilo istituzionale ed aziendale, come le interviste agli Ambasciatori di Malesia, Vietnam e Indonesia in Italia ed a Romeo Orlandi (Associazione Italia-ASEAN), in occasione del 50° anniversario della fondazione dell’ASEAN, all’Ambasciatore del Kazakhstan in Italia, a conclusione di Expo Astana 2017, all’Ambasciatore dell’Azerbaigian in Italia, nell’imminenza delle celebrazioni per i 25 anni di relazioni diplomatiche bilaterali, al presidente di Banca Intesa Russia Antonio Fallico, in vista del 10° Forum Eurasiatico di Verona, al presidente di SACE Spa (Gruppo CDP) Beniamino Quintieri.

Tra giugno e settembre 2017, la rivista, focalizzandosi sul settore moda e fashion, viene inoltre accreditata anche al Pitti Uomo, ad AltaRoma e al Milano Fashion Week. Un impegno confermato anche nel 2018 sulle piazze di Firenze, Roma e Milano.

Alla fine del 2017, conclusa la fase di riorganizzazione, la Redazione torna al lavoro su Le riforme della nuova era, nono numero di Scenari Internazionali, che va in stampa poco dopo le festività natalizie. La monografia si concentra sulle trasformazioni in atto nel sistema economico, sociale e legislativo cinese e sui temi economici salienti emersi dal 19° Congresso del Partito Comunista Cinese. La pubblicazione comprende anche le interviste all’Ambasciatore cinese in Italia S.E. Li Ruiyu, incentrata sulle novità provenienti dal Paese asiatico, ed al presidente di SACE Spa (Gruppo CDP) Beniamino Quintieri, interpellato sulle prospettive dell’interscambio commerciale e degli investimenti reciproci tra Italia e Cina, oltre ad un contributo di Laura Formichella (NCTM Studio Legale) sulla cooperazione italo-cinese in tema di sicurezza alimentare. Il numero viene presentato pubblicamente a margine di una conferenza a Perugia dedicata all’Azerbaigian, alla presenza dell’Ambasciatore dell’Azerbaigian in Italia S.E. Mammad Ahmadzada.

Nel giugno 2018 ad andare in stampa è Nel nuovo secolo digitale, decimo numero cartaceo di Scenari Internazionali, dedicato ai temi salienti della quarta rivoluzione industriale. Ad un iniziale approfondimento sulla digitalizzazione nel quadro UE, si affiancano contributi esterni di alto profilo internazionale, a cominciare da un’analisi di Matthieu David, Head of Italian Branch di Candriam Investors Group, a proposito dell’impatto che le industrie innovative avranno sui mercati azionari, per poi passare ad una serie di interviste agli Ambasciatori Li Ruiyu (Cina), Susanne Wasum-Rainer (Germania), Keiichi Katakami (Giappone) e Giancarlo Kessler (Svizzera), e al Rappresentante commerciale Igor Karavaev (Russia), che vanno ad arricchire gli approfondimenti della Redazione sui rispettivi Paesi, selezionati come riferimenti globali per il loro elevato grado di innovazione. Con questa pubblicazione, la rivista modifica per la prima volta il suo formato, smartizzandolo: le pagine passano da 92 a 60, il prezzo scende da 12 a 8 euro ma la rivista contiene un maggior numero di interviste e contributi esterni.

Ad ottobre 2018, poco dopo essere stati accreditati come media partner della manifestazione internazionale turistica TTG Travel Experience di Rimini, esce il nostro undicesimo numero. Gli altri mondi da esplorare – questo il titolo – costituisce un’analisi generale dei principali mercati comuni globali, al di fuori dell’Unione Europea. La Redazione si concentra prevalentemente su ASEAN, Unione Economica Eurasiatica, Mercosur ed Unione Africana (AfCFTA), ma anche sulla crisi dell’Europa e i rischi di una sua frammentazione, sulla politica commerciale statunitense e i rischi del protezionismo, e sulla RCEP, la gigantesca area di libero scambio in costruzione nella regione Asia-Pacifico. La pubblicazione è impreziosita dalle interviste all’Ambasciatore di Singapore in Italia, S.E. Ow Chio Kiat, a proposito dell’ASEAN e del ruolo di Singapore nella regione, e al Rappresentante Commerciale della Federazione Russa in Italia, Igor Karavaev, riguardante la situazione economica russa e le opportunità presenti nel mercato comune eurasiatico. La rivista viene inoltre acquisita dal Ministero degli Affari Esteri di Singapore.

Tra novembre e dicembre 2018, torniamo a potenziare l’offerta on-line pubblicando diversi contributi ed interviste di alto profilo nel nostro sito web. Prima vengono pubblicati tre articoli scritti per noi in esclusiva assoluta dai rappresentanti diplomatici dei tre Paesi in gara al Bureau International des Expositions (BIE) per ospitare Expo 2025: l’Ambasciatore del Giappone (Paese poi risultato vittorioso), S.E. Keiichi Katakami; l’Ambasciatore dell’Azerbaigian, S.E. Mammada Ahmadzada; il Rappresentante Commerciale della Federazione Russa, Igor Karavaev. Successivamente vengono proposte quattro interviste di spessore: all’Ambasciatrice del Regno Unito in Italia, S.E. Jill Morris; al Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana; all’AD e Direttore Generale di SACE Spa (Gruppo CDP), Alessandro Decio; e alla Presidente di ANCE-Giovani, Regina De Albertis.

A febbraio 2019, poco dopo essere stati accreditati come media partner dell’ASEAN Tourism Forum e di ITE HCMC in Vietnam, la Redazione torna in stampa, pubblicando un numero dedicato al turismo intitolato Destinazione Italia, in cui approfondiamo l’importanza del settore ricettivo in Italia, la composizione dei flussi turistici in arrivo, le migliori destinazioni e le buone pratiche del comparto, ed il grado di digitalizzazione raggiunto dalla filiera nel nostro Paese. L’uscita comprende anche due interviste: una all’Ambasciatore del Giappone, S.E. Keiichi Katakami, che descrive i flussi turistici giapponesi verso l’Italia e illustra la ricettività del Giappone; e l’altra a Paolo Venturini, l’atleta estremo italiano, che racconta la sua ultima impresa sportiva nel freddo inverno siberiano.

Con uno sforzo significativo, la Redazione si è rimessa immediatamente al lavoro, pubblicando già a marzo 2019 un altro numero – Cina, 70 anni di progressi – in occasione della visita del presidente cinese Xi Jinping in Italia. L’approfondimento compie una retrospettiva storica per comprendere il passaggio dal Maoismo all’economia socialista di mercato, sino a toccare eventi e temi più attuali nel processo di trasformazione del sistema Cina, come la sostenibilità e l’innovazione, simboleggiati dalla nuova smart city in costruzione a Xiongan, la lotta alla povertà, la China International Import Expo, il Forum Belt and Road per la Cooperazione Internazionale o l’esplorazione del “lato oscuro” della Luna con la missione Chang’e-4. Chiudono il numero le interviste all’Ambasciatore cinese in Italia S.E. Li Ruiyu e all’Ambasciatore italiano a Pechino S.E. Ettore Sequi.

Dopo la pausa estiva, a settembre 2019, Scenari Internazionali pubblica Dove passano le merci, numero trasversale che esamina alcuni casi regionali particolarmente significativi sul tema del rapporto tra pacificazione e sviluppo economico: la guerre tra Iran e Iraq, tra Eritrea ed Etiopia, in Corea, in Vietnam e in Ruanda mostrano come sia stato possibile mettersi definitivamente alle spalle alcuni tra i conflitti più atroci del secondo Novecento, individuando forze e risorse impensabili. Seguono nel numero due speciali rispettivamente dedicati al ruolo che un bolivarismo pragmatico, e non più ideologico, potrebbe giocare nel futuro sempre più incerto dell’America Latina e alla risoluzione delle dispute nel Mar Caspio. La pubblicazione include inoltre le interviste all’Ambasciatore tedesco S.E. Viktor Elbling, a trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, e all’Ambasciatore eritreo S.E. Fessahazion Pietros, ad un anno dall’accordo di pace fra Eritrea ed Etiopia.