Eni. Acquisiti tre progetti eolici in Puglia, risparmio emissioni pari a 33.400 tonnellate l’anno



A cura della Redazione


S. DONATO MILANESE – Eni, attraverso la controllata Eni New Energy, società del gruppo che opera in Italia, ha acquisito da Asja Ambiente Italia il 100% delle quote di CDGB Enrico, CDGB Laerte e Wind Park Laterza. I tre parchi eolici, che sorgeranno nel Comune di Laterza (TA), in Puglia, hanno una potenza complessiva pari a 35,2 MW ed una produzione annua stimata di circa 81 GWh, che consentirà un risparmio di emissioni di CO2 pari a 33.400 tonnellate all’anno.

A comunicarlo è la stesso gigante energetico, che aggiunge: «I tre impianti saranno costituiti da sedici aerogeneratori da 2,2 MW ciascuno e verranno connessi alla Rete di Trasmissione Nazionale. La costruzione degli impianti inizierà nelle prossime settimane e il completamento lavori è previsto per il terzo trimestre del 2021. Si tratta del primo progetto eolico che Eni realizza nel territorio italiano».

Alla luce di questa nuova acquisizione, Eni fa sapere di «avanzare nel suo percorso di transizione energetica, con l’obiettivo di ottenere una riduzione dell’80% delle emissioni nette di gas serra al 2050 sull’intero ciclo dei suoi prodotti energetici».

Claudio Descalzi, AD dell’azienda, ha dichiarato: «Il nostro obiettivo è quello di costruire un’azienda che venderà prodotti totalmente decarbonizzati così che il cliente finale non debba preoccuparsi delle emissioni. Vogliamo contribuire alle sfide di una transizione energetica equa, mettendo in campo tutte le nostre risorse e contando sulle nostre competenze».



Articolo precedente

SACE, webinar con SUMEC per capire come ripartire sul mercato cinese

Articolo successivo

Roberta Datteri (CNA) a SIMEST: Serve maggior supporto alla MPMI sui mercati esteri

non Nullam dictum felis pulvinar Sed