Genova Smart Week, la 9a edizione si chiude con 13mila presenze tra on e offline

image_pdf



A cura della Redazione


La nona edizione della Genova Smart Week si conclude facendo segnare i migliori numeri dal dopo pandemia: circa 13.000 presenze, tra quanti hanno seguito le conferenze a Palazzo Tursi o in streaming, e tutti coloro che hanno partecipato alle attività divulgative: dalla Smart City Experience di Piazza De Ferrari alle mostre e visite guidate a Chiesa di San Donato, Museo Diocesano e Palazzo Doria-Spinola.

Oltre 200 relatori e un centinaio di partner che, nei cinque giorni di conferenze a Palazzo Tursi, hanno presentato alla città e ai suoi stakeholder oltre 50 progetti innovativi in tema di mobilità sostenibile, rigenerazione urbana, monitoraggio ambientale, digitalizzazione, intelligenza artificiale, cyber security, infrastrutture e logistica.

L’evento ha richiamato le principali aziende e multinazionali sistemiche italiane, come Tim, Enel, Eni e Leonardo, che hanno confermato l’importanza strategica di Genova e della Liguria nello sviluppo infrastrutturale del Paese.

Ma non si è parlato solo grandi opere. Genova – spiegano gli organizzatori – esprime la propria vocazione all’innovazione anche attraverso iniziative private, in concerto con la pubblica amministrazione e il mondo della ricerca, come dimostrano alcuni progetti presentati nel corso della manifestazione.

Tra questi: il Monitoraggio geo-idrologico antica Genova (Miage) che prevede la digitalizzazione topografica dell’area genovese; C-City Genova Città Circolare, focalizzato suoi settori green e bioeconomia e nella circolarità della risorsa energetica; MaaS genovese, che prevede l’integrazione intelligente di diverse modalità di trasporto a disposizione del passeggero in un’unica piattaforma; il progetto europeo AI4PublicPolicy, rivolto a ridurre il numero di incidenti contro i soggetti vulnerabili.

«Si chiude una settimana importante per la nostra città», dichiara il sindaco Marco Bucci, che riguardo l’evento aggiunge: «Mette Genova al centro delle smart city italiane. Palazzo Tursi ha visto intervenire opinion leader del settore che hanno certificato la nostra continua crescita. Il lavoro da fare è ancora tanto ma siamo sulla strada giusta e dobbiamo continuare a correre verso i nostri obiettivi e sono sicuro che, insieme, riusciremo a raggiungere quanto ci siamo prefissati. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per il grande successo di questa edizione della Smart Week».

«Alla luce di tutti i progetti presentati in questi giorni, la Genova Smart Week si conclude restituendoci una certezza: la città sta cambiando pelle e alzando l’asticella delle prospettive future, grazie ad investimenti destinati a migliorare in ogni ambito la vita quotidiana dei suoi cittadini, dalla fruibilità degli spazi pubblici alla mobilità, dalla messa in sicurezza del territorio all’efficientamento delle infrastrutture», commenta Daniela Boccadoro Ameri, presidente dell’Assocazione Genova Smart City, che conclude: «Genova c’è ed è pronta ad accogliere nuovi residenti, nuovi lavoratori e nuove imprese: la sfida è lanciata».