Germania. Ministro Grütters inaugura anno Beethoven: celebrazioni in patria e all’estero


Comincia ufficialmente BTHVN2020, iniziativa del governo federale tedesco, supportata dagli enti locali dei territori natali del celebre compositore, per celebrare i 250 anni dalla nascita del genio tedesco Ludwig van Beethoven. Ancora oggi, la figura del Maestro richiama turisti da tutto il Paese e dall’estero. La Casa di Beethoven (Beethoven-Haus) a Bonn è infatti una delle destinazioni culturali più ricercate in Germania, facendo del Maestro un vero e proprio ambasciatore della cultura tedesca nel mondo.


A cura della Redazione


Il ministro aggiunto per la Cultura tedesco Monika Grütters ha inaugurato oggi a Bonn, nell’ambito di una cerimonia solenne, l’anno dedicato al 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, che verrà celebrato in tutta la Germania e non solo.

Il ministro Grütters ha sostenuto: «Il confronto con il visionario, umanista e convinto europeista Ludwig van Beethoven è oggi più attuale che mai. Beethoven era già ai suoi tempi una leggenda, un artista che con il suo approccio radicale, stravolgendo schemi e convenzioni, ha superato confini ed entusiasmato così un vasto pubblico. Ancor oggi la sua musica emoziona, commuove, travolge e unisce persone di tutti i Paesi e continenti. È stato una delle prime “mega-star” venerate in tutto il mondo e questo lo proietta quindi ai giorni nostri. L’obiettivo dell’anno che inizierà a breve, dedicato all’anniversario di Beethoven, è quello di far percepire oggi il genio di Beethoven».

I 250 anni del grande compositore saranno festeggiati con concerti, mostre, letture, conferenze e performance in tutta la Germania e anche all’estero. Per l’anno di Beethoven, la Germania si è impegnata per un totale di 27 milioni di euro. Il Land Nord Reno-Vestfalia, terra d’origine del celebre compositore, promuove l’anniversario stanziando 10 milioni di euro. La città di Bonn, dove il genio tedesco nacque nel 1770, contribuisce con 5 milioni di euro e la provincia di Rhein-Sieg, che circonda quasi completamente la città di Bonn, con 1,5 milioni di euro.

Nel pomeriggio di oggi, il ministro Monika Grütters ha inaugurato la nuova mostra permanente della Casa di Beethoven a Bonn e i nuovi spazi del museo, mettendo in rilievo l’importanza di questo luogo, che è uno dei più frequentati al mondo tra quelli dedicati ai compositori.

«Il museo rinnovato ed ampliato con la sua nuova esposizione permanente mostra l’uomo e il musicista Ludwig van Beethoven con tutte le sfaccettature della sua personalità; ciò rende questa esperienza museale istruttiva e al contempo emozionante», ha aggiunto Monika Grütters, che ha concluso: «Sfruttando tutte le possibilità multimediali dell’era digitale e tenendo conto delle abitudini visive ed esperienziali del XXI secolo, il museo è diventato una “Casa di Beethoven per tutti”: un luogo che ci permette di avvicinarci a uno dei maggiori artisti e ambasciatori culturali del nostro Paese da diverse prospettive, indipendentemente da età, origine e conoscenza».



Articolo precedente

La reatina Seko acquisisce Britghwell col supporto di SACE SIMEST, BNL e Crédit Agricole Italia

Articolo successivo

Beverage. Distillerie Bonollo, stabilimento più grande per penetrare mercati esteri

facilisis Aenean quis vel, Nullam fringilla