INC Spa, finanziamento da €50 mln erogato da Banco BPM nel quadro di ‘Garanzia Italia’



A cura della Redazione


TORINO – INC Spa ha sottoscritto con Banco BPM un finanziamento chirografario pari a 50 milioni di euro, della durata di sei anni, assistito da Garanzia Italia di SACE nell’ambito del Dl 8/4/20 n. 23, emessa digitalmente in breve tempo. INC Spa è un’impresa italiana leader nel settore delle grandi infrastrutture, attiva in Italia e all’estero, con un portafoglio ordini in crescita e un volume di affari superiore ai 200 milioni di Euro.

Da Piazza Poli ricordano che, tra le opere più importanti in cui l’impresa è impegnata, c’è la costruzione della Superstrada Pedemontana Veneta, un asse viario di circa 100 km all’interno del territorio delle province di Vicenza e Treviso che, con il suo valore di circa 2,3 miliardi di euro, «contribuisce a conferire all’azienda un portafoglio ordini di rilevanza significativa a livello nazionale ed internazionale».

INC fa parte del Gruppo Fininc Spa, una delle maggiori holding italiane a capitale privato che dedica la sua attività principale alla progettazione, realizzazione e gestione di grandi opere infrastrutturali «fra cui i più importanti interventi civili realizzati negli ultimi anni in Italia, dalle principali arterie di traffico stradale e ferroviario, ai ponti e alle gallerie».

Il Gruppo è attivo inoltre: nel settore dell’ingegneria applicata ad automotive ed aerospace attraverso la controllata SIPAL S.p.A.; nel settore agro-industriale, con la produzione di oltre 4 milioni di bottiglie di vino a marchio Batasiolo; e nel settore turistico-alberghiero attraverso il Boscareto Resort, struttura ricettiva ubicata tra le colline delle Langhe.

«Rappresentiamo uno dei principali operatori in Italia nella realizzazione e gestione di progetti infrastrutturali e siamo consci, nel nostro ruolo di general contractor ed in un contesto di forte incertezza del settore, della responsabilità di sostenere un tessuto economico rappresentato da più di 2.000 imprese fornitrici di beni, servizi e maestranze e di poter quindi contribuire in tal senso al rilancio ed allo sviluppo del nostro Paese. Per questo motivo – ha dichiarato Matterino Dogliani, presidente del CdA e fondatore di INC S.p.A. e del Gruppo FININC – esprimiamo grande soddisfazione e gratitudine verso Banco BPM che con questa operazione ha dimostrato di credere, ancora una volta, nelle capacità del nostro Gruppo di supportare la crescita infrastrutturale del nostro Paese e siamo altresì felici di poter contare su una realtà come SACE che è costantemente al nostro fianco nel sostegno delle esigenze di sviluppo delle nostre attività in Italia ed all’estero».

«Con quest’operazione, Banco BPM si pone a fianco della Inc spa, una delle eccellenze italiane non solo nell’ambito d’un settore strategico come le infrastrutture, ma attiva con un ruolo di primo piano in altri importanti ambiti economico-industriali – commenta Fabrizio Marchetti, responsabile Mercato Corporate Nord–Ovest di Banco BPM – Il finanziamento, perfezionato nel quadro del programma Garanzia Italia di Sace, conferma la nostra volontà di partecipare concretamente al successo delle aziende italiane e al rilancio dell’economia del nostro Paese».

«Felici di supportare una realtà come INC, una delle principali realtà italiane nel campo delle infrastrutture, per la costruzione della Pedemontana Veneta. L’operazione rafforza la relazione già consolidata nel tempo con il Gruppo grazie al nostro supporto sia in Italia sia su progetti internazionali con diversi strumenti – ha dichiarato Enrica Delgrosso, responsabile Mid Corporate del Nord-Ovest di SACE – Si tratta, quindi, di un nuovo intervento a conferma della presenza capillare sul territorio di SACE insieme con Banco Bpm, a testimonianza del nostro impegno a sostegno dell’economia nazionale, soprattutto in questo contesto così complesso, pronti a contribuire alla sua ripartenza».



Articolo precedente

Azerbaigian. Nasirov (SOCAR): Provocazioni militari Armenia minacciano infrastrutture della regione

Articolo successivo

UE. Accordo concluso al Consiglio Europeo: quali strumenti e condizionalità?

elit. mattis velit, dictum quis, mattis ante. eget