Internazionalizzazione. Siglato accordo tra CNA Sicilia e Consorzio Med Europe Export



A cura della Redazione


È stato siglato oggi a Palermo l’accordo di collaborazione tra CNA Sicilia e Consorzio Med Europe Export, realtà attiva dal 1996. L’obiettivo – fanno sapere dalla stessa CNA Sicilia – è quello di preparare e agevolare il percorso di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese dell’isola che operano nel settore tessile e moda, agroalimentare, turismo e commercializzazione di oggetti preziosi.

La convenzione è stata siglata dal segretario regionale della Confederazione, Piero Giglione, e dal presidente del Consorzio, Andrea Cirà, accompagnato dalla direttrice Grazia Clementi. Entrambi, come riporta CNA Sicilia, hanno sottolineato «l’importanza del ruolo della CNA per promuovere i prodotti di eccellenza di ‘casa nostra’ nei mercati internazionali».

I riflettori sono puntati in particolare sulle filiere che producono piccole quantità. «È questa la principale sfida – ha detto Andrea Ciràbisogna garantire anche loro, a partire dal trasporto fino alla collocazione sul mercato estero del manufatto. Occorre insomma abbattere le barriere dell’esportazione e creare un nostro marchio, un nostro brand».

La direttrice del Consorzio, Grazia Clementi, ha posto l’accento sul progetto da portare avanti, già nell’immediato. Ha lanciato l’idea del Festival Fashion e Food Made in Sicily da promuovere negli Stati Uniti e in Kazakhstan, e la realizzazione di un sito dedicato all’e-commerce. Dal punto di vista operativo, la CNA si è messa subito a disposizione con l’attivazione al proprio interno, nella sede di Via Francesco Crispi, di un apposto sportello.

«Accogliamo con entusiasmo e con orgoglio il fatto che il Consorzio Med Europe Export ci abbia scelto come partner – afferma il segretario regionale Piero GiglioneDal canto nostro, metteremo a disposizione le nostre imprese e le nostre competenze per consentire a questo ambizioso progetto di decollare, tanto più che rientra tra i punti qualificanti del nostro programma. È il primo passo per avviare un percorso nel quale crediamo fortemente e vogliamo investire nell’interesse delle aziende che rappresentiamo e nella consapevolezza di potere contribuire alla ripresa dell’economia siciliana dopo la grave crisi dovuta alla pandemia».

All’incontro, svoltosi in parte in presenza e in parte in video conferenza, hanno preso parte dirigenti e imprenditori della Confederazione. Ad aprire i lavori è stato Maurizio Merlino, che ha introdotto i contenuti dell’accordo, a chiuderli il responsabile nazionale CNA Federmoda e dell’Ufficio Promozione e Mercato Internazionale, Antonio Franceschini, che ha garantito «l’impegno e la disponibilità del livello nazionale a supporto del progetto, garantendo l’accesso a strumenti e risorse, anche in chiave formativa».



Articolo precedente

In arrivo 'Un altro mondo è possibile?', nuovo numero di Scenari sulla sostenibilità

Articolo successivo

Cina. L'interporto di Horgos registra un'impennata nell'export di merci pre-natalizio (+97% YoY)