Investire ed esportare in Polonia. Appuntamento a Perugia il prossimo 4 luglio

Per il ciclo delle country presentation di Confindustria Umbria e Umbria Export, il prossimo 4 luglio, a partire dalle ore 15.00, la sede perugina di Via Palermo 80/A ospiterà Michał Górski, Capo Ufficio della Promozione, del Commercio e degli Investimenti presso l’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma, ed Antonino Mafodda, direttore dell’Ufficio ICE-Agenzia di Varsavia. L’incontro, organizzato in collaborazione con Banca Popolare di Spoleto (Gruppo Banco Desio), sarà moderato da Enzo Faloci, direttore di Umbria Export. La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’adesione scritta.

«Nel 2016 con un interscambio commerciale attestatosi su 19.966 milioni di euro, in crescita del 2,6% rispetto al 2015, l’Italia si conferma il quarto partner commerciale della Polonia, dopo Germania, Cina e Repubblica Ceca. L’Italia da anni è il quarto Paese fornitore della Polonia. L’export italiano è ulteriormente cresciuto nel 2016, con un tasso pari al 3,2%, raggiungendo il valore di 11.236 milioni di euro. I principali settori delle esportazioni italiane verso la Polonia riguardano: Meccanica strumentale, Autoveicoli, Prodotti metallurgici, Prodotti chimici. Crescono in valori percentuali le esportazioni di vino (+13,9%) e di prodotti alimentari (7,9%)» [Dati: Mercati Esteri, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale]

Programma
15:00 – Registrazione dei partecipanti
15:30 – Saluti da parte di un Rappresentante della Banca Popolare di Spoleto SpA
15:45 – Michał Górski (Ambasciata della Repubblica di Polonia) Opportunità per il business italiano in Polonia
16:15 – Antonino Mafodda (Ufficio ICE-Agenzia di Varsavia) Polonia: un mercato in evoluzione
17:00 – Dibattito

Modera Enzo Faloci (Umbria Export)


Fonte: Umbria Export
Maggiori informazioni ed iscrizione all’evento qui



Articolo precedente

Malesia. Il Porto Industriale di Samalaju, punta di diamante dell'ASEAN

Articolo successivo

Moda. La quattro-giorni fiorentina di Pitti Uomo rilancia il Made in Italy