NSW. Mare e città 5.0 aprono la 5a edizione, ospite d’onore Kitack Lim (IMO)

Photo credit © Ernesto Goglia


Nata dalla partnership tra il Propeller Club Port of Naples e ClickutilityTeam, la Naples Shipping Week è pronta a partire. La manifestazione, a cadenza biennale, si alterna con l’omologa ligure della Genoa Shipping Week. La scorsa edizione, svoltasi ad ottobre 2020, ha registrato, tra presenza e live streaming, oltre 6.000 partecipanti mentre sono stati circa 200.000 gli utenti raggiunti dalle piattaforme e dai canali di comunicazione web. Consolidando il suo focus sulla logistica, Scenari Internazionali sarà media partner dell’evento, tenendovi costantemente aggiornati durante la settimana di dibattito.


A cura della Redazione


Al via lunedì 26 settembre la 5a edizione della Naples Shipping Week, la settimana internazionale dello shipping e della cultura del mare, organizzata dal Propeller Club Port of Naples e Clickutility Team, che animerà la città fino al 1° ottobre.

In apertura, alle 9, presso l’Auditorium del Complesso Napoli Est della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, il convegno internazionale Il mare e la città 5.0. Verso una progettazione condivisa del sistema porto-città-costa-mare, organizzato dal Cnr-Iriss, partner dell’iniziativa, e dal Propeller Clubs, in collaborazione con RETE – Associazione Internazionale per la Collaborazione tra Porti e Città, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, il Master in Progettazione e Pianificazione Sostenibile delle Aree Portuali dell’Università Federico II e ANIAI Campania.

Il convegno si propone come momento di riflessione e dibattito per la definizione delle priorità e delle prospettive per il futuro sostenibile dell’ecosistema mare-costa-porto-città-comunità. Ad inaugurare i lavori, dopo i saluti istituzionali, sarà Kitack Lim, Segretario Generale dell’International Maritime Organization.

Il dibattito proseguirà con il confronto tra i Sindaci di città-porto nazionali ed internazionali, tra cui Gaetano Manfredi, Sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Napoli; Joan Ribó i Canut, Sindaco di València; Marko Filipovic, Sindaco di Rijeka; Luca Salvetti, Sindaco di Livorno; Anna Maria Cisint, Sindaco di Monfalcone; Marco Bucci, Sindaco di Genova; Michele de Pascale, Sindaco di Ravenna; e Roberto La Galla, Sindaco di Palermo. La discussione sarà moderata da Francesco De Core, Direttore de Il Mattino.

La seconda parte della mattinata sarà dedicata ad un approfondimento tecnico-scientifico sulle interdipendenze tra “Il mare e la costa” e “Il porto e la città” attraverso il dibattito tra esperti di discipline diverse come il diritto, il management, l’economia, l’ingegneria, la biologia marina, l’urbanistica, la valutazione e la psicologia di comunità. Le due sessioni saranno moderate rispettivamente da Massimo Clemente, Direttore dell’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo e Direttore Scientifico di RETE, e Alessandro Castagnaro, Professore ordinario di Storia dell’Architettura presso l’Università Federico II, Associato Cnr-Iriss e Presidente ANIAI, e coinvolgeranno rettori e docenti delle università campane, ricercatori e associati del Cnr-Iriss nonché rappresentanti delle istituzioni.

Martedì 27 settembre, la mattinata vede in programma seminari tecnici in collaborazione con Ordini e associazioni professionali e – novità di questa edizione – la manifestazione si sposterà anche a Salerno. Nel pomeriggio, sbarcherà invece a Procida, capitale italiana della cultura 2022, e anima della storia della marineria nazionale e internazionale.

Come per le passate edizioni, nella giornata di mercoledì 28 sarà dedicata una particolare attenzione ai giovani e agli studenti grazie al coinvolgimento delle Università degli Studi di Napoli, Federico II e Parthenope, che da tempo hanno compreso l’importanza di avvicinare i giovani alla risorsa-mare. Il focus si sposterà poi sull’importanza del sistema portuale italiano per lo sviluppo economico del Made in Italy. A seguire, l’AdSP del Mar Tirreno Centrale approfondirà il tema delle Zone Economiche Speciali (ZES).

Geopolitica, sostenibilità, innovazione, finanza e fattore umano saranno invece i macro-temi affrontati dalla 14a edizione di Port&ShippingTech, il Forum internazionale dedicato alle innovazioni tecnologiche per lo sviluppo del sistema logistico e marittimo, Main Conference della Naples Shipping Week. L’appuntamento, in questo caso, è per giovedì 29 e venerdì 30 settembre, al Centro Congressi della Stazione Marittima, in presenza e in live streaming.

Per l’occasione sarà presentato anche il 9° Rapporto Annuale sui Trasporti Marittimi e sulla Logistica, a cura di SRM, il Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo. Sempre venerdì 30 si terrà la Cena sul Golfo, lungo i binari del futuro, evento conclusivo riservato ai partecipanti della Naples Shipping Week, ospite del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, patrimonio dell’archeologia industriale italiana.

Promossa dal Comune di Napoli e dall’AdSP del Mar Tirreno Centrale, con il supporto istituzionale della Marina Militare e del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, la Naples Shiping Week offrirà alla città un calendario di 40 eventi per gli operatori del settore e varie iniziative speciali aperte alla cittadinanza. In occasione dell’evento arriverà infatti a Napoli la Nave Scuola “Palinuro” della Marina Militare, che sarà visitabile dalla popolazione, oltre ad un’unità navale della Guardia Costiera classe Dattilo.



Articolo precedente

Alimentare. Alla veneta Cattel €6,5mln da UniCredit con garanzia SACE nel quadro di Futuro Sostenibile

Articolo successivo

NSW. Protagonista il futuro sostenibile dell’ecosistema mare-costa-porto-città-comunità