Ravenna. Accordo tra AdSP MACS e FSRU Italia: ad Autorità portuale lavori per diga frangiflutti

image_pdf

Photo credit © AdSP MACS




A cura della Redazione


L’Autorità Portuale di Ravenna (AdSP MACS) e FSRU Italia, società del gruppo Snam, hanno sottoscritto quest’oggi l’accordo in base al quale l’Autorità Portuale realizzerà la diga frangiflutti prevista dal progetto del rigassificatore galleggiante di Ravenna. Lo comunica in una nota la stessa AdSP MACS.

Nell’ambito del progetto di rigassificatore, realizzato da FSRU Italia, che sarà operativo nel corso del 2025 al largo della costa ravennate è infatti prevista la costruzione di una diga frangiflutti, collocata a poca distanza dalla piattaforma, per proteggere l’impianto e le navi metaniere da potenziali mareggiate.

Dall’Autorità spiegano che la diga frangiflutti, opera sostenuta da Cassa Depositi e Prestiti, la cui attuale configurazione è frutto di una serie di indagini ingegneristiche estremamente dettagliate e del continuo confronto con le autorità tecniche marittime, sarà complessivamente lunga circa 900 metri e larga circa 23,5 metri, che in corrispondenza delle due testate si estendono per circa 38 metri.

I lavori per ospitare il nuovo il terminale di rigassificazione al largo della costa di Ravenna sono iniziati il 19 giugno 2023 e vedranno interventi in mare e a terra. Il rigassificatore sarà ormeggiato in corrispondenza dell’esistente piattaforma, comunemente chiamata il “Ragno”, una struttura lunga 350 metri ed alta 11,5 metri, che veniva utilizzata per ricevere le navi petroliere.

Questi rigassificatori galleggianti, o Floating Storage and Regasification Units (FSRU), ricevono gas naturale liquefatto (GNL) ad una temperatura di -162°C da altre navi metaniere e lo riportano allo stato gassoso per poterlo poi immettere nella rete nazionale di trasporto del gas.

Le navi hanno caratteristiche relativamente semplici e non prevedono combustioni o reazioni specifiche. Si tratta – proseguono dall’Autorità – di infrastrutture conosciute e a basso impatto ambientale, dotate di strumenti avanzati di monitoraggio e di sistemi di sicurezza, oltre ad essere sottoposte alle più stringenti misure di prevenzione e sicurezza, a garanzia delle persone e dei territori interessati, in conformità alla normativa nazionale.