Refrigerazione. La novarese Astra ottiene finanziamento da Deutsche Bank, garantito da SACE



A cura della Redazione


NOVARA – Astra Refrigeranti ha sottoscritto con Deutsche Bank un finanziamento di 5 milioni di euro, della durata di 72 mesi, garantito da SACE nell’ambito di Garanzia Italia. Dall’Export Credit Agency italiana fanno sapere che «il rilascio della garanzia è stato processato digitalmente in poche ore».

Astra Refrigeranti, con sede a Novara, opera nell’ambito della fornitura di scambiatori di calore e di soluzioni per contenitori in pressione. Fondata nel 1948 come semplice officina per la manutenzione di radiatori per automobili e camion, oggi Astra è attiva in tutte e tre le divisioni di prodotto del Gruppo Baglioni, «leader mondiale nella produzione di recipienti a pressione in serie e su commessa, con stabilimenti in Italia, Stati Uniti e Cina».

L’azienda, che si articola nelle divisioni Oil & Gas (recipienti a pressione e scambiatori di calore per il petrolchimico e il trattamento dei gas tecnici), SPV (serbatoi a pressione standard) e SPE (apparecchiature a pressione per applicazioni industriali), è presente sui mercati nazionali e internazionali, principalmente in Europa, Nord America ed Estremo Oriente.

Fanno sapere da SACE che «la liquidità ottenuta grazie al finanziamento verrà destinata al supporto del capitale circolante e dei piani di investimento di Astra». L’operazione, inoltre, è finalizzata a sostenere i costi del personale dell’azienda, che ad oggi impiega 368 dipendenti.

«Siamo felici di aver sostenuto, insieme a Deutsche Bank, una delle principali realtà italiane nel mercato nazionale e internazionale degli scambiatori di calore, che fa parte oggi di un gruppo industriale leader nel mondo nel suo settore – ha dichiarato Enrica Delgrosso, responsabile Mid Corporate del Nord Ovest di SACE – Con quest’operazione rafforziamo una relazione già consolidata con l’azienda, che in passato ha beneficiato del supporto di SACE, e confermiamo il nostro impegno al fianco delle imprese che affrontano le sfide imposte da questa delicata fase di ripartenza dell’economia nazionale e mondiale».

«Siamo davvero felici ed onorati di aver chiuso la prima operazione SACE in Piemonte, sostenendo i piani di sviluppo e le esigenze di working capital di uno dei Gruppi storici della nostra Regione – ha dichiarato Luca Cuntrò, responsabile Regione Nord Ovest di Deutsche Bank – Con questa importante operazione, rafforziamo ulteriormente la nostra relazione con il Gruppo Baglioni e la nostra partnership con SACE, con la quale siamo già al lavoro su altri importanti deal».



Articolo precedente

SACE. Da oggi attivo Italy Map, nuovo strumento per monitorare l'export di regioni e province

Articolo successivo

Decreto Agosto. Il governo stanzia altri 25 mld: agevolazioni per le imprese e più soldi agli enti locali

ipsum porta. libero venenatis, tristique dolor. ante. quis, massa