Turkmenistan. Passo in avanti per lo sviluppo infrastrutturale lungo la Via del Lapislazzuli

Photo credit © Waissian




di Turkmenistan Today


I rappresentanti delle Ferrovie Turkmene (Türkmendemirýollary), della società Demirýollary e dell’Amministrazione Ferroviaria del Ministero dei Trasporti della Repubblica Islamica dell’Afghanistan si sono incontrati ieri in videoconferenza. L’agenda del vertice si è concentrata sull’implementazione di progetti per la costruzione delle linee ferroviarie Akina-Andhoy e Turgundi-Herat.

Stando a quanto emerso durante l’incontro, la condizione principale per la stabilità politica dell’Afghanistan, per la sua ripresa socio-economica e la sua piena integrazione nel sistema delle relazioni economiche regionali e globali risiede nell’implementazione di progetti infrastrutturali congiunti in ambiti strategici, tra cui i trasporti.

Scambiando idee tra loro, i partecipanti alla videoconferenza hanno notato che il progetto sviluppato su indicazione del presidente turkmeno Gurbanguly Berdimuhammedow è finalizzato ad estendere la rete dei trasporti e a fornire servizi di logistica integrati ai propri partner da parte di Ashgabat.

Riguardo la richiesta di strade ferrate lungo le tratte Akina-Andhoy e Turgundi-Herat, le parti hanno espresso l’opinione comune che se le nuove rotte logistiche saranno ad esse connesse, il loro ruolo di corridoi internazionali del trasporto ne sarebbe rafforzato. A proposito dell’odierno stato dei lavori, i partecipanti all’incontro hanno sottolineato la necessità di intensificare le attività in questa direzione.

Ha avuto luogo durante l’incontro uno scambio di opinioni sull’ottimizzazione del flusso di traffico merci in transito e del trasporto ferroviario attraverso l’Afghanistan, come ulteriore sviluppo del corridoio logistico tra gli Stati membri dell’Accordo per la Via del Lapislazzuli, concluso in via definitiva nel 2018 con l’apertura della rotta mista (terra-mare-terra) che collega l’Afghanistan alla Turchia attraverso il Turkmenistan stesso, l’Azerbaigian e la Georgia.

I partecipanti all’incontro hanno posto l’accento sull’importanza di questo corridoio, il cui utilizzo efficace aiuterà ad estendere le relazioni produttive all’interno di un ampio spazio geoeconomico.




Traduzione e rielaborazione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui


© Riproduzione riservata



Articolo precedente

Bologna, Centergross e CNA Federmoda insieme per proteggere il settore dalla crisi

Articolo successivo

Cina. Ambasciatore Li: Noi trasparenti sin dall'inizio, consenso Xi-Trump unica scelta giusta possibile

id commodo ut facilisis sem, dapibus mattis justo suscipit elit. ipsum vel,