Logistica. Dal 26 settembre al via la 5a edizione della Naples Shipping Week



A cura della Redazione


Dal 26 settembre al 1° ottobre 2022, Napoli ospiterà la quinta edizione della Naples Shipping Week, la settimana internazionale dello shipping e della cultura del mare, organizzata dal Propeller Club Port of Naples e Clickutility Team, importante momento di confronto per la comunità marittima sulle novità in ambito shipping, logistica e innovazione tecnologica.

Promossa dal Comune di Napoli e dall’AdSP del Mar Tirreno Centrale, con il supporto istituzionale della Marina Militare e del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, la settimana offrirà alla città un calendario di 40 eventi per gli operatori del settore e non.

Tra questi, la 14a edizione di Port&ShippingTech, forum internazionale dedicato all’innovazione tecnologica per lo sviluppo del cluster marittimo, Main Conference della manifestazione, e la Cena sul Golfo lungo i binari del futuro, evento conclusivo riservato ai partecipanti della Naples Shipping Week, ospite del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, patrimonio dell’archeologia industriale italiana.

Oltre ai momenti di networking e approfondimento riservati al cluster marittimo, la manifestazione offrirà eventi speciali e iniziative culturali aperti alla cittadinanza. In occasione della NSW, arriverà infatti a Napoli la Nave Scuola “Palinuro” della Marina Militare, che sarà visitabile dalla popolazione, e sarà presente anche un’unità navale della Guardia Costiera classe Dattilo/Diciotti.

«Tratto identitario della nostra civiltà, il mare rappresenta da sempre per Napoli un elemento caratterizzante: per la nostra Amministrazione è destinato ad assumere un ruolo sempre più centrale nella nuova visione strategica dell’area urbana», sottolinea Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli, che aggiunge: «Lo stiamo dimostrando con una serie di iniziative concrete che aprono sempre più la città verso il mare, dalla nuova piazza Municipio al Molo San Vincenzo fino alla riapertura parziale di Bagnoli. In questo contesto la settimana internazionale dello shipping si colloca come un’ulteriore opportunità, di grande interesse, per esplorare su molteplici fronti le potenzialità di sviluppo che possono scaturire mettendo a reddito la risorsa mare a beneficio di tutto il territorio in termini di vivibilità, turismo, economia e lavoro».

«Riusciremo anche per quest’edizione – osserva Andrea Annunziata, presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centrale – a dare il giusto risalto al nostro sistema portuale ed avere la possibilità, nel corso dei numerosi incontri con i principali attori del cluster marittimo internazionale, di presentare le attività programmatiche dell’Ente sia in riferimento alle risorse del PNRR sia in riferimento allo sviluppo concreto delle ZES per una ripresa piena delle attività portuali e logistiche del Mezzogiorno e dell’intero Paese».

«La Naples Shipping Week si conferma grande occasione di incontro del Cluster marittimo, portuale e logistico», sottolinea Umberto Masucci, presidente del Propeller Club Port of Naples, che conclude: «I 40 eventi tra incontri, convegni, riunioni di Associazioni che si terranno nella nostra Città confermano la centralità di Napoli nel pa-norama nazionale e internazionale del nostro settore. Vorrei rivolgere un grande Grazie a tutta la squadra pubblica e privata che da un anno lavora per la preparazione di questa settimana, ed un invito a tutta la Città a partecipare ai tanti eventi».




Lunedì 26 settembre – L’apertura della NSW 2022 sarà dedicata al tema dello sviluppo sostenibile delle aree urbane costiere attraverso la valorizzazione della cultura marittima della città, e vedrà la partecipazione di Kitack Lim, Segretario Generale dell’International Maritime Organisation (IMO), oltre ad un confronto tra i sindaci di città-porto nazionali ed internazionali che sarà avviato dal Sindaco Gaetano Manfredi.

Martedì 27 settembre – La mattina sarà dedicata a seminari tecnici in collaborazione con Ordini e associazioni professionali e, novità di questa edizione, la manifestazione si sposterà anche a Salerno per poi sbarcare, nel pomeriggio, a Procida, capitale italiana della cultura 2022, ed anima della storia della marineria nazionale e inter-nazionale.

Mercoledì 28 settembre – Come per le passate edizioni, in questa giornata sarà dedicata particolare attenzione ai giovani e agli studenti grazie al coinvolgimento delle università (Federico II e Parthenope), che da tempo hanno compreso l’importanza di avvicinare i giovani alla risorsa mare. Il focus si sposterà poi sull’importanza del sistema portuale italiano per lo sviluppo economico del Made in Italy e, a seguire, l’AdSP del Mar Tirreno Centrale approfondirà il tema delle ZES – Zone Economiche Speciali.




Geopolitica, sostenibilità, innovazione, finanza e fattore umano saranno invece i macro-temi affrontati dalla 14a edizione di Port&ShippingTech, il Forum internazionale dedicato alle innovazioni tecnologiche per lo sviluppo del sistema logistico e marittimo, Main Conference della NSW, che si svolgerà giovedì 29 e venerdì 30 settembre 2022, al Centro Congressi della Stazione Marittima, in presenza e in live streaming. Tre giorni animati da incontri e aggiornamenti sui temi più attuali del settore che coinvolgeranno i principali stakeholder del cluster marittimo italiano. Per l’occasione sarà presentato anche il 9° Rapporto Annuale sui Trasporti Marittimi e sulla Logistica a cura di SRM, il Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo.

In concomitanza con la NSW, il 30 settembre e il 1° ottobre, sempre alla Stazione Marittima, si svolgerà la 10a edizione del Forum delle Funzioni di Guardia Costiera del Mediterraneo (MedCGFF), promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, con il supporto della Direzione Marittima della Campania, su mandato e cofinanziato dalla Direzione Generale per gli Affari Marittimi e la Pesca (DG MARE) della Commissione Europea. Il Forum vedrà la presenza dei vertici delle organizzazioni europee con funzioni di Guardia Costiera ed ospiterà anche la US Coast Guard, la Japan Coast Guard, le agenzie Europee Frontex, Emsa ed Efca.

Tra gli altri eventi internazionali, si segnala anche Intermodality Worldwide, il convegno che, per la prima volta in Italia, Bureau International des Containers (BIC) organizza insieme al Centro Internazionale Studi Con-tainers (C.I.S.Co.). Il 30 settembre, alla Stazione Marittima, relatori di caratura internazionale si confronteranno sul tema dell’intermodalità, approfondendo i temi del tracciamento della merce e dei contenitori del futuro e della sicurezza, per terminare con un intervento sulle nuove sfide e sulle nuove frontiere, in particolare quelle che si stanno aprendo in Africa.

La scorsa edizione, svolta ad ottobre 2020, ha visto la partecipazione, sia in presenza che in live streaming, di oltre 6.000 persone, con circa 200.000 utenti raggiunti dalle piattaforme e dai canali di comunicazione web.



Articolo precedente

Eni acquisisce attività di BP in Algeria, azienda pronta ad operare due nuovi giacimenti a gas

Articolo successivo

SACE, presentato nuovo rapporto 'Caro Export. Le sfide globali e il valore di esserci'