WEF: Come affrontare i rischi della trasformazione digitale dopo l’accelerazione innescata dal Covid-19



A cura della Redazione


GINEVRA – Nel giro di alcune settimane, la pandemia ha costretto l’economia e la società globali, le organizzazioni e gli individui ad affidarsi, come mai prima d’ora, ad Internet e all’economia digitale. Stando al rapporto COVID-19 Risks Outlook: A Preliminary Mapping and its Implications, pubblicato dal Forum Economico Mondiale una settimana fa, gli attacchi informatici e le violazioni dei dati sono ritenuti i rischi tecnologici più probabili nel mondo, ed i terzi fattori di maggior preoccupazione generale a causa dell’improvvisa adozione di nuove modalità di lavoro.

Per sostenere i leader imprenditoriali responsabili del rafforzamento della cyber-resilienza delle loro organizzazioni in una nuova realtà imprevista ed istantanea, il Forum Economico Mondiale ha pubblicato oggi il rapporto dal titolo The Cybersecurity Leadership Principles: Lessons learnt during the COVID-19 pandemic to prepare for the new normal.

Tutti i leader e le organizzazioni sono costretti ad adattare i modelli d’impresa più velocemente di quanto fossero preparati a fare, per garantirsi la sopravvivenza. I principi delineati forniscono una struttura per il processo decisionale e l’azione responsabile in questo periodo cruciale per aiutare le organizzazioni ad armonizzare gli obiettivi di breve termine con gli imperativi di medio e lungo termine.

Per sostenere la resilienza digitale e mettere al sicuro le operazioni, questi principi esortano i leader a: promuovere una cultura della cyber-resilienza; concentrarsi sulla protezione degli asset e dei servizi essenziali delle organizzazioni; bilanciare le decisioni consapevoli del rischio durante la crisi ed oltre; aggiornare ed attuare piani di risposta e continuità aziendale contemporaneamente alla transizione d’impresa verso la “nuova normalità”; rafforzare la collaborazione a livello di ecosistema.

«A causa del Covid-19, le imprese devono accelerare la loro trasformazione digitale per intercettare i benefici cercando un equilibrio tra agilità, scalabilità, efficienza, redditività e cybersicurezza», ha detto Georges De Moura, direttore del programma Soluzioni Industriali del Centro per la Cybersicurezza del Forum Economico Mondiale, che ha proseguito: «La confluenza di queste forze dirompenti sta impattando sulle funzioni decisive e sugli ecosistemi industriali a livello globale».

«Questa crisi ha preparato un cambio di passo nella nostra affidabilità agli strumenti digitali. Stiamo gestendo il rischio associato seguendo principi appropriati, tra cui quelli di promuovere una maggiore cultura della cyber-resilienza e di rafforzare la collaborazione con parti in causa esterne», ha affermato Sandro Bucchianeri, CSO di Absa Group.

«I principi evidenziati in questo rapporto aiuteranno le imprese ad adottare un approccio organico che combina la cybersicurezza con l’ingegneria e le operazioni di sistema per prepararsi ed adattarsi alle mutate condizioni e per resistere e riprendersi rapidamente dagli sconvolgimenti provocati dagli attacchi informatici e dagli scenari di crisi», secondo quanto sostiene Mark Hugues, vicepresidente anziano per la sicurezza di DXC Technology.

Conosciuti prima della pandemia, l’importanza e il vantaggio dei principi e degli imperativi vengono ora ad essere rimarcati dalla nuova realtà, dal suo ritmo e dalle sue dimensioni. Il Covid-19 sta mettendo qualsiasi organizzazione di fronte ai limiti delle propria capacità di apprendere e trasformarsi in un ambiente dove la velocità è tutto ed in cui decisioni strategiche tardive possono avere un impatto enorme sulle operazioni di business.

Con un passaggio istantaneo al regno digitale, la cyber-resilienza e la cybersicurezza non sono più simpatici optional eventuali: le aziende – e i Paesi – sono diventate drammaticamente consapevoli della fragilità dei sistemi complessi da cui dipendono e che devono, dunque, essere sicuri e resilienti.

«Nell’urgente gesttione dei cambiamenti a breve termine, i leader imprenditoriali responsabili devono incorporare la cyber-resilienza nei modelli operativi di business ed investire nella capacità di anticipare, resistere, riprendersi da e adattarsi alle condizioni avverse e agli attacchi informatici, per rendere un’impresa capace di raggiungere il successo al di là dell’emergenza pandemica», ha aggiunto De Moura.

Secondo il rapporto del Forum, questo approccio e l’attuazione rigorosa dei principi indicati aiuteranno le organizzazioni ad ottenere la fiducia di dipendenti, clienti e partner, nonché ad adattarsi con successo in un modo sempre più ambiguo e veloce.




Traduzione a cura della Redazione
Fonte in lingua originale qui



© Riproduzione riservata



Articolo precedente

Eritrea. Ambasciatore Fessahazion Pietros: Nostra strategia è prevenzione, popolo eritreo encomiabile

Articolo successivo

Chimica. CDP, Banco BPM e SACE supportano lo sviluppo del Gruppo Esseco

elit. amet, nunc risus. ante. risus elementum tempus