Regno Unito. Per Mirabaud AM nessun nuovo aumento dei tassi nel 2018, nonostante l’ottimismo della BoE



A cura di Gero Jung
[Chief Economist di Mirabaud AM]


I dati delle rilevazioni di luglio indicano un inizio più debole nel terzo trimestre, con letture più basse delle principali indagini PMI che suggeriscono un’attività meno intensa per quanto riguarda i servizi, ma anche nel settore industriale. Nonostante un elemento positivo – l’espansione dell’attività edilizia – la fiducia dei consumatori è scesa al di sotto del suo livello medio a lungo termine.

Nel complesso, le ultime indagini indicano un tasso di crescita del PIL inferiore allo 0,4% t/t – inferiore rispetto alle previsioni ufficiali della Bank of England (BoE), che prevedono una crescita superiore allo 0,4% nei prossimi trimestri.

In generale, riteniamo che le ultime previsioni macroeconomiche della BoE siano ottimistiche. Ad esempio, l’anno prossimo la crescita del PIL è stata rivista all’1,8% (+0,1 punti percentuali), mentre la differenza fra il PIL effettivo e quello potenziale dovrebbe essere positiva l’anno prossimo, salendo allo 0,5% nel 2020, in linea con un calo del tasso di disoccupazione al 3,9%.

Se queste previsioni dovessero rivelarsi corrette, la banca centrale dovrebbe inasprire la politica monetaria molto più rapidamente di quanto attualmente previsto. Non crediamo in uno scenario macroeconomico così ottimistico a breve termine e non prevediamo ulteriori aumenti dei tassi bancari nel corso dell’anno.


Fonte: Verini & Associati



Articolo precedente

A Hanoi il prossimo vertice del Forum Economico Mondiale sull'ASEAN: presenti anche Duterte e San Suu Kyi

Articolo successivo

Mar Caspio. Putin soddisfatto: al Vertice di Aktau raggiunto accordo sullo status giuridico del bacino

at dolor. justo nunc elit. ultricies Aliquam libero