Turismo. TTG, anche CNA a Rimini con la nuova edizione di Breakfast Made in Italy



A cura della Redazione


Sarà presente anche la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA) alla Fiera di Rimini, con 32 brand su una superficie espositiva di 96 mq per presentare l’edizione 2020 di Breakfast Made in Italy per il TTG, in programma da domani sino a venerdì, come anticipato in estate da Scenari Internazionali con l’intervista a Gloria Armiri, Group Brand Manager Tourism & Hospitality Division di Italian Exhibition Group, pubblicata nell’ultimo numero Il mondo all’anno zero, dedicato all’emergenza Covid-19.

Il particolare periodo legato alla pandemia, che crea una grande incertezza a livello globale e indubbie difficoltà per le imprese sui mercati, vede le imprese e CNA impegnate nella progettazione di azioni promozionali al fine di mantenere le quote di mercato.

«In quest’ottica abbiamo ritenuto opportuno rinnovare la partecipazione a Rimini con Breakfast Made in Italy, un progetto che gode nell’occasione di un forte supporto da parte di Italian Exhibition Group (IEG) e in generale di ICE-Agenzia, che sostiene il progetto sui mercati internazionali e ci ha visto particolarmente presenti a Dubai e Doha», ha dichiarato Antonio Franceschini, Responsabile Ufficio Promozione e Mercato Internazionale CNA.

«L’idea alla base del progetto è quella di supportare le imprese attraverso la promozione dello stile di vita italiano per la filiera della prima colazione all’italiana, un concetto che va oltre ai prodotti alimentari ma che intende anche interpretare la sala per la prima colazione promuovendo arredi, macchinari e complementi che al meglio possano rappresentare il nostro stile di vita», ha proseguito Franceschini.

Con questo progetto, CNA intende offrire ai visitatori anche momenti di informazione e formazione per preparare al meglio l’accoglienza nelle sale da prima colazione. CNA ha infatti inserito nel progetto incontri per gli operatori professionali con una figura specifica denominata breakfast trainer proprio per creare le condizioni affinché negli hotel di tutto il mondo si possa godere di una atmosfera Made in Italy fin dall’inizio della giornata.

«La presentazione di quest’anno sarà estremamente attenta a garantire tutti gli aspetti di sicurezza al fine di non creare difficoltà né per gli espositori né per i visitatori, anche in quest’ottica riteniamo come CNA – conclude Franceschiniche le imprese italiane e gli organizzatori fieristici del nostro Paese possano trasmettere al mercato internazionale la capacità di lavorare in condizioni di salvaguardia della salute e quindi essere un modello di assoluto valore».



Articolo precedente

WEF: Rischi legati al cambiamento climatico preoccupano sempre più le imprese

Articolo successivo

Borio Mangiarotti. Regina De Albertis: Costruzioni con impatto sui quartieri, SeiMilano modello virtuoso

dictum odio risus amet, commodo elit. eget elementum dolor. Sed